1680×350-uomo-slide-show

1680×350-scalata-slide-show
1680×350-salto-slide-show
1680×350-onda-slide-show
1680×350-mare-slide-show
1680×350-famimare-slide-show
1680×350-cfamiglia-slide-show
1680×350-cascata-slide-show
Sfondo-Becquerel-slide-show350+

"In verità l'elettrone ha un peso che rasenta il niente,
però pur essendo così infinitamente piccolo
è alla base della nostra vita"

Antoine Henry Becquerel, premio Nobel per la fisica

gruppo-slide-show350+
cavallimare-slide-show350+

Domande frequenti

QUALE FUNZIONE HANNO GLI IONI NEGATIVI PER IL NOSTRO CORPO?
All’interno della cellula il rapporto tra ioni positivi e ioni negativi ne determina l’equilibrio. Il rapporto perfetto è di 4 ioni positivi contro 6 ioni negativi. Se il nostro corpo incamera troppi ioni positivi, rompe l’equilibrio e fa scattare una super produzione di serotonina e istamina.

COSA SONO LA SEROTONINA E L’ISTAMINA?
La serotonina agisce come “messaggero neurotrasmettitore” e fa contrarre un particolare gruppo di muscoli, chiamato muscolatura liscia. Se viene prodotta in eccesso può causare emicranie, reazioni allergiche, irritabilità, gonfiore, riniti, tosse bronchiale, spasmi intestinali e molteplici altri effetti anche più gravi. L’istamina ha anch’essa un importante ruolo come neurotrasmettitore e agisce principalmente nella produzione dei succhi gastrici. Un eccesso diistamina può causare disturbi al cuore, allergie, nausee e insonnia.

COME SI CREANO GLI IONI NEGATIVI?
Gli ioni negativi vengono creati dall’azione di fenomeni naturali come i raggi cosmici, i fulmini e le radiazioni della crosta terrestre sugli atomi nell’aria. Gli ioni vengono classificati, a seconda della dimensione, in 4 categorie: piccoli (Small), medi (Intermediate), grandi (Large) ed Extralarge. Gli ioni piccoli sono molto mobili e biologicamente attivi e per questo hanno rilevanti effetti rigeneranti sul nostro corpo.

COME FUNZIONA IL DISPOSITIVO IONIFLEX?
Il dispositivo Ioniflex genera e invia con un flusso continuo ioni negativi piccoli alle cellule del nostro corpo che sfruttano l’energia aggiuntiva ricevuta per riparare eventuali danni ed espletare le proprie funzioni, contribuendo al benessere di tutto l’organismo.

QUALE POSIZIONE BISOGNA ADOTTARE PER SOTTOPORSI AL TRATTAMENTO CON IONIFLEX?
La posizione varia in funzione dell’area e dell’affezione da trattare (in piedi, seduti, supini, etc.).

SI POSSONO AVERE OGGETTI DI METALLO A CONTATTO CON LA PELLE?
I metalli sono dei catalizzatori e convogliano i flussi ionici. Di conseguenza è consigliabile togliere gli oggetti di metallo che si trovino sull’area da trattare, prima di iniziare la Ioniterapia.

IN QUALI CASO L’USO DEL DISPOSITIVO è CONTROIDICATO?
Non utilizzare il dispositivo su persone con ausili cardiaci (portatori di pace-maker) o su donne in stato di gravidanza.

QUANTO DEVE DURARE OGNI SINGOLO TRATTAMENTO E CON QUALI MODALITÀ?
Le modalità di trattamento e i tempi di applicazione dipendono dal tipo di affezione e potrebbero variare in funzione di caratteristiche individuali. Gli adulti possono utilizzare il dispositivo Ioniflex senza restrizione di tempo e programma, come illustrato nei manuali d’uso.

IL DISPOSITIVO FUNZIONA ANCHE SE È COLLEGATO AL CARICABATTERIE?
I dispositivi Ioniflex , in conformità con la legislazione esistente in materia di apparecchi elettronici, sono stati progettati per non funzionare, qualora dovessero essere collegati alla corrente.

LA IONITERAPIA HA EFFETTI COLLATERALI?
No. Ioniflex non è invasivo e non crea assuefazione.