Acqua ionizzata
potentissimo antiossidante
dallo straordinario effetto curativo

Siamo quello che beviamo e spesso non beviamo abbastanza. Soprattutto, ci accontentiamo di consumare acque morte e malsane. Sia quella del rubinetto che quelle imbottigliate, infatti, sono acque povere di elettroni e decisamente poco vitali.
Un’acqua satura di elettroni – ricca in potenziale energetico – fornisce al corpo una riserva di elettroni utili a bloccare l’ossidazione di radicali liberi da parte dell’ossigeno. Si tratta quindi dell’antiossidante più potente di cui possiamo disporre.
Quando consumiamo un’acqua satura di elettroni, raggiunge velocissimamente tutti i tessuti del corpo con un incredibile effetto curativo; gli elettroni presenti vengono ceduti alle particelle che, ricaricandosi, possono tornare a lavorare a pieno regime.
Numerosissime ricerche hanno dimostrato che le malattie non possono svilupparsi in un ambiente dal corretto PH, mentre prosperano quando il PH è squilibrato (eccessiva acidità = PH basso, ma anche eccessiva alcalinità = PH alto).
Lo stato di acidosi cronica, dovuto a molteplici fattori (alimentazione scorretta, stress emozionale, sovraccarico di sostanze tossiche, presenza di frequenze elettromagnetiche nocive, ecc.), riduce la capacità del corpo di assorbire i nutrienti e l’energia prodotta dalle cellule, che non riescono più né a riparare i danni subiti né a disintossicarsi.
Per invertire questo processo degenerativo, dovremmo soprattutto bere un’acqua satura di elettroni.
ioniflex è in grado di rivitalizzare l’acqua, trasformandola in sostanza benefica, curativa e di guarigione.
Il dispositivo consente un duplice trattamento. Da un lato veicola ioni negativi direttamente a tessuti e cellule con gli appositi diffusori in dotazione, dall’altro arricchisce l’acqua di ioni negativi, favorendo anche l’eliminazione di tossine a livello sistemico.
Quando si ionizza l’acqua, occorre utilizzare recipienti di vetro poiché gli elettroni vengono attratti dai protoni della plastica. È bene poi versare l’acqua lentamente e non bere le ultime due dita; immettendo molti elettroni, le cariche positive presenti nelle impurità dell’acqua (in particolare metalli pesanti) tendono infatti ad aggregarsi e a decantare sul fondo.
In questo modo si otterrà un’acqua purificata ed energizzata che durerà 3 giorni, poiché gli elettroni sono per natura instabili e volatili.
***********
Hai problemi di salute che non riesci a risolvere?
Contattaci via email, oppure chiamaci o scrivici su WhatsApp al 331 6572757

Post Correlati

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.