Franco Lualdi Milano

Scomparsa forti dolori dopo legamento rotto ed estrazione di un dente. Risoluzione stipsi cronica e riduzione di un neo. Supporto nella ripresa rapida da debilitazione post-Covid-19.

Testimonianza

Questa estate, in spiaggia, una persona mi ha parlato di ioniflex con toni entusiasti, dunque mi sono incuriosito e ho fatto una ricerca sul web per capire di cosa si trattasse.
Quando ho scoperto che l’azienda si trovava a Milano (oltretutto proprio vicina a casa mia), ho telefonato, preso un appuntamento e mi sono recato in sede.
Ho deciso di sperimentare la ioniterapia principalmente per tentare di aiutare mia figlia Giulia, che è una tennista e, a causa di un intervento al polso per via di un legamento rotto, da tempo soffriva di un dolore acuto che non passava mai e quindi non riusciva più a giocare.

Dunque ho deciso di noleggiarlo per un mese. Giulia ha subito rilevato un notevole miglioramento e dopo poco è tornata a giocare a tennis senza alcun dolore. Io l’ho invece positivamente sperimentato per lenire il dolore a un dente, a seguito di un’estrazione. Ho usato l’antalflex e il trattamento mi ha notevolmente rilassato, facendomi addirittura venire sonno. Nel giro di un’oretta il male è totalmente passato e per la prima volta non ho dovuto assumere alcun tipo di antidolorifico o antinfiammatorio.
In entrambi i casi ciò che mi ha colpito è stata la risposta immediata del corpo. Mia figlia Giulia, oltre al problema al polso, soffriva anche di stitichezza. Anche in questo caso, posizionando la fascia sulla pancia, le ha subito attivato la peristalsi, l’ha regolarizzata e ora va molto meglio.
Il primo dispositivo acquistato ormai è di Giulia. Non vivendo insieme mi risultava difficile fare trattamenti quando ne avevo bisogno, quindi ne ho comprato un secondo tutto per me.

ioniflex Pocket

Dispositivo ad uso domicilare

La ricarica cellulare, neutralizzando gli effetti dello stress ossidativo, consente un benessere generalizzato. Gli accessori sono concepiti per trattare efficacemente l'area da trattare. Sono maneggevoli, semplici da utilizzare e da pulire.

Attualmente lo sto usando su un neo strano che ho sulla clavicola. Dopo un me- setto di trattamenti con l’antalflex, il neo è diminuito diventando molto più piccolo. Stante il sorprendente risultato, continuerò a fare i miei trattamenti e vedrò che cos’altro succederà.

Ho poi noleggiato un terzo dispositivo per aiutare la sorella di Giulia, che ha contratto il Covid-19. Il virus l’aveva molto debilitata, soffriva di forti mal di testa e non sentiva i gusti e gli odori.
Anche lei ha subito percepito un notevole miglioramento e, nel giro di pochissimi giorni, il suo organismo aveva molta più energia. Di fatto, da quel momento in poi si è ripresa molto velocemente.
L’esperienza sino ad ora è stata assolutamente positiva per tutti noi.
Inoltre ritengo si tratti di una terapia totalmente differente dalle altre perché, oltre ad essere un modo naturale per prendersi cura di sé, non si rischia alcun tipo di effetto collaterale.

Desideri capire se ioniflex possa risolvere il tuo problema?

Post Correlati

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.