Gabriella Artioli Milano

ioniflex: terapia efficacissima che applico a tutti i pazienti, consigliando loro uso quotidiano quando i problemi sono seri. Ecco come la integro, cosa ho risolto e perché la suggerisco a tutti i miei colleghi.

Testimonianza

Gabriella Artioli

Naturopata e riflessologa

Mi chiamo Gabriella Artioli e sono Riflessologa dal 1984 e Naturopata dal 2002.
Per cercare di riportare in omeostasi – cioè in EQUILIBRIO- le persone che si affida­no a me, integro da molti anni diverse tecniche e tecnologie.
Circa 6 anni fa, una cara amica e cliente che stava affrontando un problema tumo­rale, mi parlò del suo incontro con la ioniterapia. Aveva infatti deciso di integrarla al suo percorso terapeutico grazie a ioniflex pocket; un ge­neratore di ioni negativi (ioni di segno meno) che, viaggiando all’interno dei tes­suti e del corpo, migliorano il funzionamento delle cellule e – quindi – portano bene­ficio a patologie croniche e degenerative.
Su lei, comunque, gli effetti furono davvero notevoli.
Come da mia prassi, volli conoscere e soprattutto sperimentare su me stessa que­sta tecnologia. Così, dato che soffrivo di una costante e continua infiammazio­ne agli occhi, sperimentai per una settimana circa il dispositivo della mia cliente utilizzando sugli occhi il diffusore antalflex e sul plesso solare (area del fegato) la fascia.
Il miglioramento fu notevole, dunque senza indugi decisi di acquistarlo. Dopo circa un anno, acquistai anche il dispositivo professionale ioniflex profes­sional – più potente e adatto a trattare i clienti agendo su due zone contempora­neamente.

L’azienda che produce ioniflex (Bios Omnia), è seria e prende molto a cuore la mis­sion che si è data. Owero quella di portare benessere alle persone che, avendo pro­blemi di salute, soffrono e non sono serene.
Questa è una delle motivazioni che mi ha spinta ad acquistare il loro dispositivo medicale; un dispositivo che utilizzo con tutte le persone che a me si rivolgono per i trattamenti di Riflessoterapia e Naturopatia.
Il trattamento dura un’ora solitamente. Se la persona non soffre di dolori muscola­ri o articolari, applico la fascia nella zona del plesso solare e invio i benefici ioni ne­gativi(-) su fegato, pancreas e stomaco per circa una mezz’ora. Poi sposto il diffu­sore sull’addome, trattando la zona dell’intestino e genitale.
L’area dell’addome è veramente molto importante per il buon funzionamento di tutto l’organismo. Inoltre, è noto che quasi tutte le persone presentano un’elevata situazione infiammatoria.

L’eccesso di ossidanti e radicali liberi {ioni positivi) determina uno stress ossi­dativo che produce patologie di vario tipo e uno stato infiammatorio perico­loso per il corpo.
Non sempre l’organismo riesce a smaltire le tossine e l’acidità che produce a causa dell’alimentazione e dell’ambiente in cui vive e lavora, pertanto – nel tempo – può subire danni. La ioniterapia è un metodo di facile applicazione, rilassante, senza particolari controindicazioni, che può essere applicata a tutti.
lo ho trattato anche diversi casi di dolori articolari – ad esempio alle ginocchia – otte­nendo risultati decisamente buoni in tempi molto ristretti.
È evidente che la conoscenza dei meridiani piuttosto che della Riflessoterapia aiuta molto nell’applicazione del dispositivo. Se tratto il dolore su un ginocchio e so che da quel punto passano dei meridiani (ad esempio stomaco), applico la fascia sul gi­nocchio e sullo stomaco. Analogo ragionamento vale per i dolori alla cervicale. Il guanciale immette nel corpo ioni negativi direttamente sul collo e la fascia su ci­stifellea o intestino o vescica, in base alla localizzazione del dolore sul collo.

Sui benefici della ioniterapia non avevo dubbi. Non avevo però mai considerato il cambiamento umorale delle persone. Spesso, infatti, questo trattamento modifi­ca l’umore perché riduce il nervosismo. Un mio paziente, un giorno, ha infatti esclamato: “Non mi arrabbio più, cosa mi ha fatto?”.
Dopo il trattamento la persona è molto più rilassata e questo perdura anche nei giorni a seguire. Ciò non è determinato solo dal fatto che le si è ridotto il dolore, ma soprattutto perché gli ioni negativi apportano benessere a tutte le cellule.

Ho riscontrato ottimi risultati anche su problematiche cutanee (orticaria, rosacea, ecc.). In questi caso, applico la maschera sul viso o il cuscino sulla zona interessa­ta dal rossore.

Per situazioni un po’ più complesse o patologie degenerative, dopo che le persone hanno sperimentato diverse volte il dispositivo insieme a me, suggerisco loro di ac­quistarlo direttamente dall’azienda.
Facendo quotidianamente il pieno di ioni negativi e bevendo acqua ionizzata, aumenta infatti la possibilità di ritrovare il proprio benessere.
Un dispositivo che consente al motore della cellula di funzionare bene, aiuta certamente la cellula a nutrirsi meglio e ripararsi meglio. Di conseguenza, an­che a ridurre la malattia.

Credo che ogni terapeuta dovrebbe utilizzarlo a sostegno di qualsiasi tecnica di be­nessere utilizzi.

ioniflex Hed Professional

Dispositivo medicale per le terapie ambulatoriali.

Consente la contemporanea applicazione di due accessori, favorendo una più rapida risoluzione delle problematiche in molteplici aree terapeutiche fra cui ortopedia, dermatologia, odontoiatria e medicina estetica. Gli accessori sono maneggevoli, funzionali al tipo di patologia da trattare e realizzati in materiali lavabili e disinfettabili.

Desideri capire se ioniflex possa risolvere il tuo problema?

Post Correlati

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.